Archive for the ‘Italia’ Category

Un viaggio nella complessità

Avete mai provato a spiegare ad “uno straniero” quali siano i meccanismi interni che governano il sistema Italia?
Qualunque sia la risposta al quesito, ricordate: il problema è NP-completo.

-atidem-

Annunci

Eureka!

Oggi, leggendo un articolo pubblicato su Il Corriere della Sera, e tralasciando i soliti errori che tanto appassionano i giornalisti italiani, ho scoperto di essere un musulmano, incivile, che viveva in un territorio annesso all’Italia soltanto geograficamente ma che, in realtà, è un’estensione di un non definito paese nord-africano o medio-orientale.

Ringrazio Silvio (strana coincidenza!), appassionato di geografia ed abile dirozzatore, per il suo illuminante ed illuminato (ci risiamo!) intervento.

Che dire? Un nome, una garanzia, no?

corriere1

Uno scambio breve ed intenso di significati

Cento giorni, circa, che non aggiorno il blog. Trovo, finalmente,  il tempo o la voglia di scrivere un nuovo post.

Sono stato in Italia, recentemente. Ho trascorso nella mia terra una settimana. Ho ritrovato la famiglia, gli amici, il sole, il mare, la montagna.

Non è di questo, però, che voglio parlarvi. Vorrei, invece, raccontarvi il contenuto di una discussione avuta, per caso, con uno sconosciuto, in aereoporto.

Questa storia è una semplice e dura testimonianza che attesta come ormai molta gente, nel bel paese, si sia rassegnata alla criminalità organizzata e riesca persino a vedere dei risvolti positivi.

Vi sembrerà assurdo ma è tutto vero. Continuate a leggere e capirete meglio.

C’è un posto dove sono nati, stanno nascendo e nasceranno grandi edifici di natura commerciale. Molte delle strutture, sono state costruite, utilizzando soldi provenienti da affari illeciti. C’è un’inchiesta in corso. Si sono celebrate anche alcune condanne di primo grado per i reati contestati. Nei diversi magazzini si sono insediate molte attività. Supermercati, catene di elettronica, fast food, negozi privati, fornitori di servizi vari, franchising.

E’ da questo contesto che si sviluppa il confronto.

Sa che stanno ultimando i lavori di ingrandimento?

Sì. Ho letto qualcosa. Mi pare che ci siano anche delle indagini in corso per mal affare.

Vero, ma è il male minore!

In che senso?

Personalmente, non mi interessa la provenienza dei soldi usati, piuttosto ciò di cui posso usuffruire e che prima non era presente.

Mi faccia capire meglio.

La criminalità ha dato maggiore scelta ed opportunità.

Come?

Sì, ora possiamo avere a disposizione più prodotti di diversa natura. E’ questo è un bene.

E’ un’assurdità! E’ come se stesse leggittimando la presenza ed il controllo diretto od indiretto, con o senza violenza, che viene esercitato!

Siamo così pieni di problemi nella vita odierna. Per me la malavita puo’ al limite anche esistere, basta che non faccia morti ammazzati e non metta in pericolo la vita delle persone.

Non vorrei sembrarle sgarbato ma mi pare un’immensa idiozia! Dovrebbe ricordarsi di tutte i sopprusi che la popolazione ed il territorio subisce, giorno dopo giorno, in modo più o meno evidente. Degli imbrogli, delle combine, dei fondi pilotati, delle usurpazioni, dei danni ambientali irreversibili.

Non sto dicendo che abbraccio i loro “ideali” ma occorre essere realisti. E’ presente, impariamo a conviverci. Molta gente la pensa esattamente come me. In quel centro e nell’indotto lavorano tante persone. Se non ci fosse sarebbero a spasso!

L’imbarco.

Elezioni politiche 2008, gli slogan post-elettorali

*Aggiornato

Che cazzo si puo’ fare?

Con te, no!

Fai una scelta di classe, usa il cachemire.

I veri valori non sono in vendita qui.

Rialzati Italia che ancora non ho finito!

Più sicuri. C’è alleanza assicurazioni.

Difendi il tuo futuro: fuori i clandestini, dentro i coglioni.

Io credo, in cosa?

Direzioni

Fotografando questo segnale verticale mi son venute in mentre quattro possibili spiegazioni.

direzione.jpg

  1. E’ uno scherzo fanciullesco (plausibile);
  2. gli operai avevano valori elevati di alcolemia nel sangue durante l’installazione (probabile);
  3. si tratta di un avvertimento del tipo “lasciate ogni speranza, o voi, che cercate l’autostrada” (ironia negativa);
  4. l’ingegnere dei trasporti che ha applicato uno dei tanti algoritmi per il calcolo dei percorsi minimi ha trovato due soluzioni con costo uguale (imbecille!).

Cosa ne pensate?