Pronto! Mi sentite?!

Ho commesso un errore nel post precedente. Non ho citato espressamente le parti in causa. Credevo che il genio (bisogna specificare in che modo uso il sostantivo?) ricordasse ogni cosa. Sbagliavo.

Riportare le proprie esperienze negative non è un male. Non mi sognerei mai di affermare una stupidità del genere. Io, facevo riferimento ad un insieme di frasi (ma non solo), sparse per il blog, il cui contenuto reputo discutibile.

Mi armo di pazienza, inizia un lavoro noioso di ricerca. Tant pis.

1. Di questi 29 sono update di sicurezza che sommati ai 71 della volta precedente fa un totale di 100 update di sicurezza in poco meno di 6 mesi. Ma siamo davvero certi che Linux sia davvero sicuro?

Questo è un modo di fare informazione scorretto (non mi riferisco alle ridondanze grammaticali). L’unico dato rilevante è l’operazione di somma aritmetica.

2. Durante l’esperimento (riproducibile come tale in toto con una installazione fresh di Ubuntu 6.10) il server grafico X è crashato almeno quattro volte.

Esempio lampante di metodo scientifico applicato alla realtà.

3. Vista fa schifo, ma Linux è peggio.

Tutti gli articoli prendono di mira pivelli. Denigrare per denigrare resta denigrare. In genere ci si scontra ad armi pari.

4. Una parte ancora più piccola (NdR di dispositivi ma non solo) è compatibile con Linux.

Probabile, ma ancora una volta l’approssimazione è in agguato. Stranamente il metodo oggettivo funziona a singhiozzo. Per quale motivo non si completa il super-pensiero? Microsoft detiene un monopolio di fatto ed influenza o tenta di farlo (direttamente o indirettamente) il supporto per sistemi operativi alternativi. Penso al caso sco, agli halloween document, alle campagne denigratorie, all’acpi. Chi va con lo zoppo finisce per zoppicare?

6. Security by ‘opensource’.

No, non ci torno! Avevo indicato una valida lettura ma è stata ignorata. Deve essere un vizio di famiglia. Se non sai come rispondere oscura.

7. Poi vorrei capire come si fa a far girare applicazioni per Windows su Linux Live.

Ma non possiedi la conoscenza suprema?

8. Ubuntu e’ bello e gratis, ma per favore mi installi Windows che ci devo lavorare?

ROTFL. Dalle mie parti le chiamano “umanità”.

9. Nel 2007, Unix funziona (quasi) ancora come 30 anni fa.

Ammetti di essere un utente zero_knowledge ed utilizzi un’affermazione del genere? Nella vita ci vuole coraggio, devo ammetterlo. Controlla il contenuto dei miei miseri scritti, mai una parola di ciò che non conosco. Tu, invece, violi sistematicamente questo semplice principio. Non serve riprorre il post dal titolo “Unix è vecchio”. E’ un concentrato di inesattezze. Le fonti trovale più affidabili.

10. Puo’ un sistema operativo impedire che il 100% del malware “attacchi con successo”? Certamente, soprattutto se integra il modulo di lettura del pensiero gia’ di serie sui vari Linux/OSX.

A volte guardo le iene. C’è il trio medusa che canta una simpatica canzoncina. Di certo l’avrai ascoltata anche tu.

11. Distro : Linux = versione/SKU : Windows.

Caso reale. windows 2000 su un calcolatore con una configurazione “non aggiornata ai tempi moderni”: una lumaca. Stesso pc con xubuntu, run baby!

12. Alcune distribuzioni di Linux sembrano in preda al panico da rilascio immediato. Che spettacolo.

Mai pensato a fare cabaret?

13. Ebbene si, dopo un bagno di sangue sono riuscito ad installare la scheda wireless su Ubuntu.

Deve essere stata una lotta dura e pura.

14. Installare un codec MP3 (un’operazione che non definiresTi semplice); incredibile che manchi il codec MP3 sull’installazione di default.

Se ti fossi documentato sui formati avresti capito il problema.

15. Aiuto, ubuntu!!

Avere il pieno controllo della propria macchina è difficile per gli inesperti. Il potere logora…chi non lo sa usare!

Con questo si potrà capire come non siano state soltanto le papero-cogitazioni sull’usabilità a scatenare la mia reazione (per inciso non ho mai sostenuto che cinelerra fosse il top della gamma – non dico idiozie e non vado mai di fretta). C’è di più. Eppure l’avevo spiegato!?

I commentatori non devono essere difesi ma poi, alla fine, lo sono. Ho scovato la terra dei paradossi!

Heim, non vorrei sembrare troppo pignolo ma dovresti rivedere il significato di stringa palindroma.

Ho scelto – tanto tempo fa – il nick atidem come inversione di medita. Quindi, mi spiace deluderti ma niente eureka per il tuo amico!

Ci credo allo stato di disastro. Non può essere altrimenti.

Non si tratta di essere snob (mai visto un utente microsoft altezzoso, lol!). Il tuo notebook puoi utilizzarlo anche come fermacarte, non m’importa. C’entra poco con il mio discorso la tua affermazione. Io mi riferivo allo sviluppo. Non alle scelte personali. Pazienza. Quasi dimenticavo: il pinguino entra in punta di piedi – eccome! Puoi (e devi) configurare ogni minimo aspetto.

Mi tocca di nuovo “bacchettarti”. Hai scritto una contraddizione in termini. Preferisci l’approccio bottom-up?! Hmm, ok. Ma mi pare che il tuo modo di rapportarsi con il software libero sia totalmente agli antipodi.

Il messaggio non mi sembra così stupido. Presuppone una conoscenza del concetto di “partizionamento”, “file system”. Se poi si desidera un sistema più espressivo è un altro conto.

Io non credo in nulla. Non ho un compiuto un atto di fede, completo e totale, verso il movimento del free software. Tu sei a buon punto – a quanto pare – sull’altra sponda. Ho comparato due visioni ed ho scelto la più vicina ai miei canoni.

Sono in grado di fare auto-critica sulle mie convinzioni. Conosco pregi e difetti del floss e non mi nascondo dietro menzogne o artifici. Citare Raymond è “cosa buona e giusta”, ma non si tratta – per me – di un oracolo.

Farei attenzione, perdippiù, a dare significati religiosi a destra e manca. Uno programma è uno strumento; se si parla del modo in cui si raggiunge un obiettivo allora entra in gioco la filosofia. Ma il discorso sarebbe alquanto lungo e complesso per un utente “windows comune” come Paperino.

Il paragone sulla barca non era legato all’open-source. Non comprendo come si sia potuto fraintendere. Eppure scrivo in italiano in modo abbastanza corretto. Mi serviranno altre lezioni private, pazienza. Sob!

Ancora?! L’usabilità non coincide con un’operazione del tipo: “butta nel cesso il manuale, installa X, usalo”! Rileggi la norma ISO con attenzione. Suggerimento sullo svolgimento dei compiti: come creare una presentazione in pochi passi.

Basta con questa storia che l’emulatore di terminale e gli utenti “normali” siano nemici per la pelle. Sempre le solite menate! Si possono trascurare gli elementi programmativi (hai letto bene, con la shell si programma!). Si facciano scegliere le persone invece di usare soluzioni “calate dall’alto”. Non mi meravigla alla fine il termine utonti.

Interessante la spiegazione su “come spostare un’immagine”. Su gnu/linux si può fare a patto di essere consapevoli delle proprie azioni. Dove ho scritto che non si può compiere un’operazione simile? Sogno o son desto?

Si chiama organizzazione logica non usabilità. Sbagliata anche l’interpretazione. Ecco la versione, a mio avviso, corretta: “non puoi farlo poiché non disponi dei privilegi necessari, provvedi diversamente (che non vuol dire “demmerde toi” – eh!)”.

Per quel che riguarda la connessione senza fili, usi un classico argomento del tipo “come trovo informazioni se non posso usare un mezzo informativo?”. Potrei rispondere , in diversi modi. Utilizzo ancora una volta una metafora (che sia quella buona?) – aspetti un evento incendiario per acquistare degli estintori?

Un mio vecchio maestro diceva che ognuno è libero di vivere per come meglio crede ma è necessario ricordare che siamo umani con un cervello! Spero di aver deluso nuovamente molte persone.

Passo e chiudo citando Hobbes: perchè sprecare tempo ad imparare quando l’ignoranza è immediata ?

Annunci

2 comments so far

  1. paperino on

    L’ignoranza è un lusso, ricorda!! Siamo due pianeti diversi, due linguaggi diversi, prendiamone atto. 😛

  2. paperino on

    sorry, ma davvero non ho resistito. 😛
    http://paperino.blogsphot.com/archive/2007/04/18/Re_3A00_-pronto-mi-sentite.-Era_3A00_-Usabilit_E000_.aspx
    Spiacente ma questo è davvero il mio ultimo contatto. Sei sempre benvenuto a postare commenti sul mio blog, ma se per te il tempo è tiranno per me anche di più. 😦


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: